soaking marijuana seeds in water

Come germinare i semi di marijuana in acqua – Consigli e trucchi

Molte persone sono interessate a coltivare la propria marijuana, ma non sanno da dove cominciare. Se sei una di quelle persone, questo post sul blog è per te. Discuteremo di come far germinare i semi di marijuana in acqua e ti daremo alcuni suggerimenti e trucchi per assicurarti che le tue piante crescano sane e forti.

Come germinare i semi di marijuana in acqua – Consigli e trucchi

Quindi hai dei semi di marijuana e vuoi farli germogliare. Ma come si fa? L’acqua è il mezzo perfetto per questo passaggio essenziale nella coltivazione dell’erba, e ci sono una miriade di modi per far assorbire i semi e pronti per la semina. Esistono tre metodi generali per immergere le piantine di cannabis: bagnato/umido, bagnato/asciutto e sigillato.

Semi di marijuana in acqua Metodo

Metodo umido / umido: Preparazione del terreno: in primo luogo, preparare il terriccio mescolando un po ‘di compost o letame invecchiato, se lo si desidera. Quindi aggiungi abbastanza acqua fino a raggiungere una profondità di almeno il doppio delle dimensioni dei tuoi semi. Immergi i semi durante la notte prima di piantarli nella loro nuova casa. Suggerimento per piantare: distanzia le piante a 1-2 pollici di distanza una volta che sono emerse dal terreno.

Suggerimento per piantare: di nuovo piante spaziali a 1-2 pollici di distanza dopo essere emerse dalla modalità ammollo, ma attenzione che queste piante appena germogliate saranno più fragili di quelle che hanno attraversato la fase di pre-germinazione

Un’altra opzione per germinare le piantine di cannabis è immergerle gradualmente nel tempo in acqua calda invece di annegarle precipitosamente. Ad esempio, inizia riempiendo una ciotola a metà con acqua a temperatura ambiente, quindi aggiungi uno o due contagocce (in genere meno di mezza oncia) di terriccio pulito acquistato in negozio -abbastanza in modo che tutto sia immerso ma non gocciolante-. Lascia riposare per 12 ore mentre prepari un altro contenitore pieno di acqua fresca fresca come descritto in precedenza in questa guida. Una volta riempiti entrambi i contenitori immergere completamente ogni composto seminato per un totale di 12-24 ore.

Ancora una volta, assicurati di tenere le piante annaffiate e distanziate di 1-2 pollici quando sono emerse dai loro ammolli! Immergere i semi gradualmente nel tempo o immergendoli gradualmente in acqua calda invece di annegarli precipitosamente.

Immergi i tuoi semi: La terza opzione per germinare i semi è semplicemente versare acqua calda su di loro e aspettare che germoglino. Questo metodo richiede meno tempo rispetto alle altre due opzioni, ma può anche portare a più piantine che finiscono annegate se non attente. Al fine di ridurre al minimo le possibilità che ciò accada, ti consigliamo di piantare i semi di erba in piccoli stampi fatti di contenitori di yogurt riciclato o qualche altro recipiente inerte come questo, poiché questi tipi di avviatori di semi improvvisati aiuteranno a mantenere i livelli di umidità man mano che le tue piante crescono.

Qual è la migliore soluzione di germinazione per i semi di marijuana?

L’acqua è la soluzione di germinazione più comune per i semi di marijuana. Tuttavia, ci sono alcune cose da tenere a mente quando si utilizza l’acqua per germinare i semi. Innanzitutto, assicurati che l’acqua sia pulita e priva di contaminanti. In secondo luogo, assicurati che l’acqua sia alla giusta temperatura.

Puoi far germogliare i semi con l’acqua del rubinetto?

Molte persone si chiedono se possono germinare semi di marijuana nell’acqua del rubinetto. La risposta è sì, ma ci sono alcuni fattori importanti da considerare. Prima di tutto, assicurati sempre che l’acqua che usi sia abbastanza calda. La cannabis preferisce temperature calde, quindi se la tua acqua è troppo fredda, non sarà efficace nello stimolare la germinazione. In secondo luogo, assicurati che l’acqua che usi non contenga troppi minerali. L’acqua del rubinetto a volte può contenere sostanze chimiche e inquinanti che possono danneggiare o inibire il processo di germinazione dei semi di cannabis.

Per quanto tempo lasci i semi in acqua?

Anche se non esiste una risposta universale a questa domanda, la maggior parte dei coltivatori consiglia di lasciare i semi di marijuana in ammollo per un massimo di 24 ore. Dopo l’ammollo, alcuni coltivatori rimuovono i semi dall’acqua e li stendono su un asciugamano o tovaglioli di carta per drenarli prima di piantare. Altri semplicemente piantano subito i semi scolati senza ulteriori indugi. In definitiva, spetta a ciascun coltivatore decidere per quanto tempo immergere i semi e come procedere alla semina in seguito.

La giusta temperatura

La giusta temperatura è essenziale per la germinazione, quindi è importante tenerlo a mente quando si sceglie una fonte d’acqua. I semi dovrebbero essere lasciati in acqua compresa tra 68 e 77 gradi Fahrenheit.

Cambiare l’acqua

Per quanto tempo dovresti lasciare i tuoi semi di marijuana in acqua prima di piantare? È meglio sbagliare sul lato della cautela e tenerli dentro per almeno dodici ore, ma puoi anche andare fino a ventiquattro se hai un sacco di tempo.

Essiccazione dei semi

Per quanto tempo si lasciano i semi di marijuana in acqua prima della germinazione? Quando si tratta di germinare semi di marijuana, non esiste una risposta giusta o sbagliata. Alcuni coltivatori preferiscono lasciare i loro semi in ammollo nell’acqua del rubinetto per diverse ore, mentre altri permettono loro di immergersi per un giorno o anche di più.

In definitiva, il periodo di tempo in cui immergerai i semi dipenderà da una varietà di fattori, tra cui il tipo di acqua e terriccio che stai utilizzando. Alcuni coltivatori raccomandano di sciacquare via i semi dopo l’ammollo per due o tre ore, ma molte persone scelgono di lasciarli immersi nell’acqua fino a quando non iniziano a formare radici. Una volta che le piantine sono emerse dall’ammollo, possono essere piantate nel terreno o in un contenitore di germinazione dei semi di marijuana.

Quanto tempo ci vuole perché i semi di cannabis germoglino?

Germinazione dei semi d'acqua

Quando si tratta di coltivare la propria marijuana, alcune persone preferiscono far germinare i propri semi prima di piantarli nel terreno. Questo metodo ti consente di assicurarti che le piante abbiano un buon inizio e crescano più velocemente. Esistono diversi metodi che possono essere utilizzati per questo, ma tutti prevedono l’immersione dei semi in acqua per un certo periodo di tempo.

Il periodo di tempo necessario varierà a seconda del tipo e della qualità del seme, quindi tienilo a mente quando segui queste istruzioni. La regola generale è di solito di circa 12-16 ore, ma non c’è bisogno di preoccuparsi se ci vuole più o meno di così. Tutto quello che devi fare è tenere d’occhio come stanno andando i semi e regolarti di conseguenza.

C’è un modo per accelerare il processo di germinazione?

Se stai cercando di accelerare il processo di germinazione, può essere utile considerare l’utilizzo di un metodo idrotermale. Ciò comporta l’ammollo dei semi di cannabis in acqua mescolata con cenere vulcanica o sabbia. Il calore dell’ambiente circostante farà germogliare i semi molto più rapidamente rispetto ai metodi tradizionali.

Quali sono alcuni errori comuni con la germinazione in acqua?

L’irrigazione eccessiva dei semi di marijuana può essere un grosso errore, in quanto può portare a marciume radicale e altri problemi. Assicurati che il livello dell’acqua sia abbastanza basso in modo che il terreno sia solo leggermente umido, ma non così asciutto che i semi inizino a disidratarsi.

Non usare abbastanza luce

Ci sono alcuni errori comuni con la germinazione in acqua. Non usare abbastanza luce e l’irrigazione eccessiva sono alcuni dei problemi più comuni. Seguendo questi suggerimenti, puoi aumentare le tue possibilità di ottenere una germinazione di successo dei semi di marijuana.

Usare troppo calore

Le persone spesso commettono errori quando germinano i semi di marijuana in acqua usando troppo calore o non regolando correttamente la temperatura. Troppo calore può effettivamente uccidere i semi, mentre temperature errate possono anche farli germogliare lentamente o non germogliare affatto. Inoltre, assicurati di fornire una luce delicata ed evitare le correnti d’aria, entrambe le quali possono impedire la germinazione.

Cosa si dovrebbe fare una volta che le piantine sono germogliate?

Cosa fare con i semi di marijuana germinati

Una volta che le piantine sono germinate, dovrai fare alcune cose per garantire il loro successo. Innanzitutto, assicurati che il terreno sia umido ma non fradicio. In secondo luogo, fornire loro luce intensa e umidità moderata. Infine, tieni d’occhio le piante e assicurati che ricevano i nutrienti di cui hanno bisogno.

Se stai cercando di far germogliare i tuoi semi di marijuana in acqua, ci sono alcune cose che dovresti tenere a mente. Innanzitutto, assicurati di utilizzare la migliore soluzione di germinazione possibile – questo contribuirà a garantire che i tuoi semi abbiano le migliori possibilità di germinare con successo. In secondo luogo, fai attenzione a non lasciare i semi in acqua troppo a lungo – questo può farli marcire. Infine, una volta che le tue piantine sono germinate, assicurati di trapiantarle nel terreno il prima possibile. Seguendo questi suggerimenti, sarai sulla buona strada per coltivare piante di marijuana sane e vibranti.

Lascia un commento